Materiali a chilometro zero

 

Nath Bonnì ha scritto un articolo molto evocativo e ispirativo.

S'intitola "L’abitare sostenibile: quando architettura e design sono cruelty free" : https://www.ultimavoce.it/abitare-sostenibile-architettura-design-cruelty-free/

L'articolo è ispirativo perchè è stato scritto, secondo me, da una mente sistemica, infatti Nath Bonnì connette:

– l'abitare col cibo; 

– l'ecocompatibilità con l'edilizia, 

– i cibi crudi con il cambiamento di vita, 

– l'architettura sostenibile con l'alimentazione.

Nath connette "tutto con tutto", perchè (questo è il mio pensiero oggi) "tutto è connesso con tutto".

Bravissima Nath. Leggete l'articolo, esso vi ispirerà!

 

Questo articolo è stato pubblicato in Alimentare, Biologia, Cultura e contrassegnato come , , , da Renzo . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su Renzo

Sono imprenditore dal 1996, dopo una carriera di manager in grandi multinazionali italiane. Il mio focus d'impresa è l'innovazione. Le mie passioni sono risolvere problemi, ideare e realizzare progetti ad alto impatto sulla Società. Mi piace vivere sia nel mondo digitale, sia in quello fisico e passare dall'uno all'altro. Nel 2018 ho fondato la startup BRIT che ha come missione la valorizzazione di borghi italiani in via di spopolamento e le dimore storiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.