Neutralità della rete: creiamo le condizioni per l’innovazione

L’Olanda è ufficialmente la prima nazione europea ad aver approvato una legge sulla neutralità della Rete. L’iter legislativo iniziato a giugno si è finalmente concluso martedì scorso con il voto del Senato. La normativa è piuttosto articolata ma nella sostanza si parla della salvaguardia di Internet quanto ad accessibilità e sicurezza. Tutti i desideri del movimento locale Bits of Freedom si sono avverati, e a questo punto è probabile che le campagne a favore dei diritti digitali proseguiranno oltreconfine.

La legge sulla neutralità della Rete proibisce a tutti gli Internet Provider di interferire con il traffico dati generato dai rispettivi clienti/utenti. Ciò vuol dire che non potranno essere attivati filtri per peer-to-peer o blocchi ad eventuali applicazioni – come esempio il VoIP.

 

Questo articolo è stato pubblicato in Internet e contrassegnato come , da Renzo . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su Renzo

Sono imprenditore dal 1996, dopo una carriera di manager in grandi multinazionali italiane. Il mio focus d'impresa è l'innovazione. Le mie passioni sono risolvere problemi, ideare e realizzare progetti ad alto impatto sulla Società. Mi piace vivere sia nel mondo digitale, sia in quello fisico e passare dall'uno all'altro. Nel 2018 ho fondato la startup BRIT che ha come missione la valorizzazione di borghi italiani in via di spopolamento e le dimore storiche.

Un pensiero su “Neutralità della rete: creiamo le condizioni per l’innovazione

  1. Ritengo sia un atto dovuto visto che ormai e’ una realtà oltre che uno strumento utilizzato da molti cittadini. Senza fare paragoni inadeguati con l’Olanda che in Europa e’ fra i paesi innovativi, in un’ottica democratica la rete va salvaguardata attraverso la sua regolamentazione. Spero solo non venga manipolata al fine di renderla innocua o peggio farla divenire uno ulteriore strumento punitivo e di controllo; ma noi internauti e utilizzatori NON LO PERMETTEREMO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.